Commento al messaggio 25 giugno 2020

 

 

Commento al messaggio di Međugorje, 25 giugno 2020

1 decina: "Cari figli! Ascolto le vostre suppliche e preghiere ed intercedo per voi presso mio Figlio Gesù che è via, verità e vita. Figlioli, ritornate alla preghiera e aprite i vostri cuori in questo tempo di grazia ed incamminatevi sulla via della conversione. La vostra vita è passeggera e non ha senso senza Dio. Perciò sono con voi per guidarvi verso la santità della vita affinché ciascuno di voi scopra la gioia di vivere. Figlioli, vi amo tutti e vi benedico con la mia benedizione materna. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."

2 decina: in questo tempo di grazia … incamminatevi sulla via della conversione

Il 25 giugno 2020 è stato il 39° anno di apparizioni quotidiane di Maria a Međugorje. 39 anni di grazia che il Cielo ha offerto e sta ancora offrendo alla nostra generazione. Međugorje come Nazareth: questi anni della Regina della Pace a Međugorje rappresentano, per tanti figli che hanno accolto Maria, quello che per Gesù hanno rappresentato gli anni della sua formazione a Nazareth vicino a Maria sua mamma. In questi anni, ci siamo resi conto delle tante attenzioni educative che Maria ha per ciascuno dei suoi figli, immaginiamo le stesse che ha avuto per Gesù. Con la sua presenza quotidiana e i suoi messaggi, si prende cura di ciascun figlio con lo stesso amore, con la stessa attenzione, con cui a Nazareth si prendeva cura di Gesù. Da 39 anni Maria a Međugorje accoglie i suoi figli, con i suoi messaggi spezza loro la Parola di Dio, con una sapienza e una pedagogia straordinaria. Maria è vicina con la sapienza e l’amore dello Spirito Santo, con la parola giusta, il modo giusto, a ogni suo figlio, in qualsiasi fase della vita egli si trovi ad affrontare, a ciascuno indica il modo per crescere in sapienza e grazia.

3 decina: sono con voi per guidarvi verso la santità della vita affinché ciascuno di voi scopra la gioia di vivere

La santità e la gioia di vivere vanno insieme, infatti, spendere la propria vita per fare il bene dà gioia e pienezza al nostro percorso. Quando cerchiamo la verità la nostra esistenza si arricchisce di bellezza, di gioia e di stupore. Senza condividere il nostro percorso con l'autore della vita che è Dio, la vita diventa un viaggio senza senso, senza sapore, senza sale. Papa Francesco nella sua lettera Gaudete et Exultate ci ricorda che non c’è che una sola tristezza nella vita, quella di non essere santi (cfr. cap. 1 n° 34). Maria in tutti questi anni con i suoi messaggi ci ha invitato tantissime volte ad incamminarci sulla via della santità e ha insegnato tanti modi e strumenti per raggiungere questo obiettivo. Anche per gli Apostoli della Pace Maria ha disegnato un bellissimo percorso alla santità (vedi sotto).

4 decina: mio Figlio Gesù che è via, verità e vita.

Gesù è la via, la verità e la vita di ogni uomo. È lui la via alla santità, è Lui il sale che da sapore e senso alla nostra vita, senza di Lui la vita perde di sapore e di senso. Gesù è presente in ciascuno di noi dal giorno del nostro battesimo, e con la nostra collaborazione desidera crescere fino alla maturità. In qualcuno la presenza di Gesù è ancora allo stato dell’infanzia, in altri è diventato un adolescente, in qualcuno un giovane… tutti siamo chiamati ad arrivare alla piena maturità di Gesù e a manifestare un aspetto della immensa ricchezza del suo volto: “non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me” (Gal. 2,20)  direbbe san Paolo. Maria ha chiamato ciascuno di noi per aiutarci a far crescere in noi la presenza di Gesù, della sua pace, della sua sapienza, del suo amore, del suo perdono, della sua fede, della sua speranza… “finché arriviamo tutti all'unità della fede e della conoscenza del Figlio di Dio, allo stato di uomo perfetto, nella misura che conviene alla piena maturità di Cristo.” ( Ef. 4,13).

5 decina: Figlioli, ritornate alla preghiera e aprite i vostri cuori in questo tempo di grazia

Come Apostoli della Pace abbiamo cercato di mettere in pratica questi messaggi della Regina della Pace, abbiamo pregato, pregato, pregato; abbiamo, e stiamo pregando, per l’apertura dei cuori. Poco alla volta, alla scuola di Maria abbiamo imparato cinque importanti strumenti di vita spirituale poi pubblicati in piccoli opuscoli. “Le Mille Ave Maria per le intenzioni di Maria” (2011); “La nostra Via Crucis alla scuola di Gesù” (2011). Il metodo di preghiera “Apritemi i vostri cuori” (2016);  “I Cenacoli degli Apostoli della Pace” (2016); “Il percorso di misericordia” (2020), che è stato pubblicato online sul sito apostolidellapace.it. Quest’anno abbiamo compreso che questi cinque strumenti di vita spirituale fanno parte di un unico progetto educativo di Maria, essi sono finalizzati a far crescere Gesù in noi, questi strumenti ci aiutano a rifare il percorso umano e spirituale fatto da Gesù. Le mille Ave Maria ci aiutano a rivivere la sua infanzia vicino a Maria. La preghiera per l’apertura del cuore ci aiuta a seguire Gesù negli anni della sua adolescenza e giovinezza, nella fase della sua “ricerca vocazionale” gli anni in cui la sua coscienza umana ha scoperto la sua identità e la sua missione nel mondo. Il Cenacolo e l’Associazione ci portano a condividere il cammino di fede con altri apostoli, come Lui lo condivideva con la sua famiglia e con il popolo ebraico. Il percorso di misericordia ci aiuta a rivivere in noi gli anni della vita pubblica di Gesù, della sua missione che è stata tutta dedicata alle opere di misericordia materiali e spirituali. Infine “La nostra via crucis alla scuola di Gesù” ci aiuta a fare Pasqua insieme a Gesù ad affrontare il mistero del male e a vincerlo insieme con Lui. Si comprende allora la finalità del percorso che Maria ha disegnato per gli Apostoli della Pace: formare in essi il volto di Gesù, portare a piena maturità il seme del battesimo, formare tanti fratelli di Gesù che gli assomigliano. Maria dona agli Apostoli della Pace la stessa regola di vita che Gesù ha dettato a santa Faustina: “La Mia vita, dalla nascita alla morte sulla Croce, sarà la vostra regola. Specchiati su di Me e vivi secondo questo modello; desidero che tu penetri più a fondo nel Mio spirito …” (F. Kowaska, Diario, q. II, cap. 1). I cinque elementi di vita spirituale che Maria ci ha donato, servono a vivere secondo il modello della vita di Gesù, e a penetrare più a fondo nel suo Spirito a farlo crescere nel nostro cuore e nella nostra vita; essi sono la via alla santità che ha insegnato agli Apostoli della Pace. Da settembre inizieremo un percorso di catechesi per conoscere e utilizzare al meglio questi strumenti che Maria ci ha donato.

 

Il Signore Gesù vi benedica sempre

p. Silvano